23 Sep PUBBLICATO IL NUOVO REGOLAMENTO CHE DISCIPLINA I PROCEDIMENTI DELLA PREVENZIONE INCENDI

23.09.11-pubblicato decreto PIEntrera’ in vigore il 7 ottobre 2011.

Sulla gazzetta Ufficiale n. 221 del 22.9.2011 è stato pubblicato il DPR 1.8.2011 n. 151dal titolo “Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi, a norma dell’articolo 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122”.

Si tratta di una normativa attesa da tempo e di particolare rilevanza, che introduce un nuovo modo di fare semplificazione. Per la prima volta in Italia viene concretamente affermato il principio di proporzionalità: gli adempimenti amministrativi vengono diversificati in relazione alla dimensione, al settore in cui opera l’attività e all’effettiva esigenza di tutela degli interessi pubblici (in linea con lo Small Business Act approvato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio Europeo nel Dicembre 2008). In attuazione di detto principio, il regolamento, distingue le attività sottoposte ai controlli di prevenzione incendi in tre categorie (A B e C), assoggettandole ad una disciplina differenziata in relazione al rischio connesso all’attività, alla presenza di specifiche regole tecniche e alle esigenze di tutela della pubblica incolumità. Gli importanti principi innovatori contenuti nel nuovo regolamento determineranno inevitabilmente una sostanziale rivoluzione dell’attuale assetto del sistema autorizzativo e dei controlli da parte dello Stato. Particolarmente rilevante è il raccordo con la disciplina dello sportello unico per le attività produttive (SUAP), al fine di assicurare certezza e uniformità all’attuazione delle disposizioni con i più recenti strumenti amministrativi – quali la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) – che permette di avviare l’attività senza attendere l’esito di sopralluoghi di verifica. L’elenco delle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi è stato revisionato con l’eliminazione di attività non ritenute pericolose ai fini antincendio e l’aggiunta di nuove. In materia di semplificazione amministrativa la nuova disciplina prevede al posto del rinnovo del certificato di prevenzione incendi, un’attestazione di conformità, con contestuale eliminazione del giuramento della perizia; inoltre è prevista l’eliminazione delle duplicazioni dei registri con quelli previsti dal Decreto Legislativo 09/04/2008, n. 81 e successive modificazioni